Documenti trovati: 63

"Vite a servizio del popolo"

La Prof.ssa Maria Falcone ha presto parte mercoledì 29 novembre 2017 al Progetto d'Ateneo Lumsa Open domus dal titolo "Vite a servizio del popolo", che si è tenuto presso l'Università Lumsa a Roma, per portare agli studenti la testimonianza di suo fratello, il giudice Giovanni Falcone.   

Programma Apri Programma

"Falcone vive"? - Convegno all'Università degli Studi di Napoli Federico II

Programma.jpgMaria Falcone ha partecipato il 15 novembre 2017, al Convegno organizzato dall'Associazione degli Studenti di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, dal titoloo " Falcone vive?". La Prof.ssa Falcone ha portato la testimonianza di suo fratello Giovanni Falcone tematizzando il problema della responsabilità individuale e collettiva, rispondendo alla domanda degli studenti che ha dato origine al Convegno: "Siamo in grado di mantenere in vita il giudice Falcone attraverso la luce della legalità? Oppure con il compromesso, con l’omertà, con il silenzio, siamo responsabili della sua morte ogni giorno? "

 

Programma Convegno icona_pdf.jpg

 

 

 

 

 

Yuri Fedotov visita la tomba di Giovanni Falcone

Yuri Fedotov visita tomba G. Falcone.jpgPalermo,  23 ottobre 2017.  Yuri Fedotov, direttore esecutivo dell'Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine, ha voluto visitare la tomba di Giovanni Falcone durante il suo soggiorno a Palermo per partecipare alla Conferenza Mediterranea dell'Osce.  Nella chiesa di San Domenico, Pantheon degli Illustri di Sicilia in cui il magistrato ucciso dalla mafia è tumulato, ha incontrato, Maria Falcone, sorella del giudice ucciso dalla mafia e presidente della Fondazione Falcone. Presente anche Tina Montinaro, vedova del caposcorta di Falcone morto nella strage. Fedotov ha deposto una corona di fiori sulla tomba ricordando che Giovanni Falcone "Fu il primo a capire l'importanza della cooperazione internazionale nelle indagini su Cosa nostra e la necessità di seguire i flussi di denaro per contrastare i clan". Ed ha aggiunto: "All'Onu continuiamo a seguire i suoi insegnamenti".   

  

 

 

 

 

 

  

Yuri Fedotov in visita alla tomba di G. Falcone_Pantheon SIciliani Illustri.jpg    Yuri Fedotov.jpg

 

 

 

 

Maria Falcone incontra gli studenti di Montesilvano (PE)

Montesilvano (PE) - Giovedì 19 ottobre 2017 la Prof.ssa Maria Falcone ha incontrato gli studenti della scuola elementare di Montesilvano, nell'ambito del Programma Educals Sport e Legalità 2017 promosso dal Comune di Montesilvano. Venerdi 20 ottobre è seguita l'inaugurazione del Parco Giovanni e Francesca Falcone in via Cavallotti, a Montesilvano, alla presenza delle autorità locali e istituzionali.    

Maria Falcone al Convegno internazionale "La forza degli anni"

La forza degli anniMaria Falcone, Presidente della Fondazione Giovanni Falcone, ha preso parte al Convegno internazionale organizzato dalla Comunità di Sant' Egidio intitolato: "La forza degli anni" che si è tenuto il 13 ottobre 2017 a Palazzo Vecchio, Firenze, per portare la testimonianza della vita e dei valori che hanno guidato il giudice Giovanni Falcone.

 

 

 

 

 

 

 

 

ONU: Commemorazione del giudice Giovanni Falcone apre il dibattito sulla criminalità organizzata

 

IMG-20171009-WA ok.jpgONU, New York 19 giugno 2017: la Commemorazione del giudice Giovanni Falcone ha aperto il dibattito sulla criminalita' organizzata transnazionale presso la sede ONU di New York. Il ministro della Giustizia Andrea Orlando, rapprensentante dell'Italia, ha ricordato che l'impegno e l'attività di Giovanni Falcone hanno portato l'Italia ad essere il Paese che fin dall'inizio ha piu' contribuito all'elaborazione e successiva approvazione della Convenzione di Palermo sulla criminalita' organizzata transnazionale. Il dibattito, a cui ha partecipato anche il Procuratore Capo Antimafia Franco Roberti, è stato organizzato dal Presidente dell'Assemblea Generale Peter Thomson, in collaborazione con UNODC, l'ufficio delle Nazioni Unite che si occupa di criminalità e lotta al traffico di droga, e si è incentrato sull'attuazione della Convenzione fortemente sostenuta dall'Italia.

Scopo della riunione è stato quello di analizzare le nuove sfide poste dalla criminalità organizzata per quanto riguarda il traffico di persone, armi e il riciclaggio di denaro e di valutarne l'impatto sul modello di sviluppo sostenibile prefigurato dall'Agenda 2030. 

Alla cerimonia hanno partecipato Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, insieme ai figli, nipoti di Giovanni Falcone.

 Per approfondimenti:

Onu Italia_Convenzione di Palermo

Ministero della Giustizia

Web tv ONU    

 

Min. Orlando_Commemorazione G.jpg      IMG-20171009-WA0001.jpg

"Cittadini al 100x100, la legalità conviene"

Il Dottor Leonardo Guarnotta, Segretario generale della Fondazione Falcone, ha partecipato a Torino il giorno 18 maggio 2017 pe all'incontro finale del Progetto realizzato con le scuole "Cittadini al 100x100 la legalità conviene",  tenutosi presso il Teatro Istituto Maria Consolatrice, Via Caprerea 41, alle ore 10,00.

Scarica Locandina Scarica locandina

 

Festa della Legalità di Bibbiano

Il Dottor Leonardo Guarnotta, Segretario generale della Fondazione Falcone, ha partecipato venerdì 2 giugno 2017 alla Festa della Legalità e solidarietà che si è tenuta presso il Municipio di Bibbiano (RE). 

 

 Scarica Locandina Scarica Locandina

 

Il fenomeno mafioso. Venticinque anni dalle stragi di Capaci e Via d'Amelio: vecchi scenari e nuovi orizzonti

Convegno Capaci 4 maggio 2017.jpg 4 maggio 2017 - Il DOtt. Leonardo Guarnotta, Segretario generale della Fondazione Falcone, ha partecipato al Convegno che si è tenuto a Sant'Alessio Siculodal titolo: "Il fenomeno mafioso. Venticinque anni dalle stragi di Capaci e Via d'Amelio: vecchi scenari e nuovi orizzonti".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

"Per non dimenticare"

Mercoledì 26 aprile, ore 9:00,  Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, ha partecipato presso la Camera di Commercio di Ragusa alla giornata di memoria "Per non dimenticare l'esempio di civiltà delle vittime di mafia", organizzata dal Lions Club International di Ragusa. Seguirà un corteo che terminerà al Tribunale dove verrà svelata la targa di Giovanni Falcone. 

Maria Falcone a Milano per presentare il libro: "Giovanni Falcone. Le idee restano"

foto libro.jpgVenerdi 21 aprile 2017 la Professoressa Maria Falcone è stata a Milano presso la "Fiera dell'editoria italiana" dove, nell'ambito dell'evento "Uomini giusti, prima che eroi", ha presentato il libro "Giovanni Falcone - Le idee restano", scritto con la giornalista Monica Mondo, pubblicato per le Edizioni San Paolo. La sorella del magistrato, a 25 anni dalla Strage di Capaci, riporta la testimonianza di Giovanni Falcone non tanto visto come un eroe, ma anzitutto un uomo vero, retto, sorridente, coraggioso e prudente. Spesso sfiancato dalla responsabilità e dall'incomprensione, disposto però a offrire sempre tutto di sé, per un ideale. Gli ideali di Giovanni Falcone sono tuttoggi alla base della coscienza civile del nostro Paese e sorreggono le lotte quotidiane per lo stato di diritto. 

 

 

"Capaci: 25 anni dopo"

Si è tenuto venerdì 7 aprile 2017 a Ravenna, con il patrocinio del Comune di Ravenna, del Lions Club Ravenna Bisanzio, Ravenna Festival e della Fondazione Falcone, una serata dal tema "Legalità a 360 gradi"  per ricordare  le vittime della strage di Capaci, 25 anni dopo l’attentato in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

Maria Falcone a Locri per la XXII "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie"

Il 21 marzo 2017 la Presidente della Fondazione, Maria Falcone, ha partecipato a Locri, in Calabria, alla XXII "Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie", promossa da Libera. "Giornate come quella di oggi servono a riconquistare il territorio, a far sentire ancora più forte la presenza dello Stato in aree del Paese dove ancora la presenza delle mafie è forte” ha affermato Maria Falcone. E ha aggiunto: "Le scritte apparse ieri contro don Ciotti confermano l''importanza di giornate come queste" spiegando che "La mafia comprende la pericolosità del messaggio lanciato da queste iniziative, teme tutte quelle operazioni che puntano a toglierle il consenso popolare". 

Maria Falcone ha poi sottolineato quanto sia importante un'attività quotidiana di educazione alla legalità e  "una presenza costante e forte dello Stato" soprattutto laddove ancora "la presenza delle mafie è pervasiva e soffocante".

Maria Falcone a S. Agata di Militello (ME)

Martedi 14 marzo 2017 la Professoressa Maria Falcone è stata a S. Agata di Militello (Messina) presso l'Istituto Comprensivo Marconi per partecipare alla conferenza: ""Legalità... una cultura possibile" e incontrare gli studenti dell'istituto a cui ha portato la testimonianza del fratello Giovanni, del suo ideale di legalità, sentito come dovere di ogni cittadino che ognuno di noi può compiere nel quotidiano.

"Giovanni Falcone un eroe senza paura"

Locandina.jpgMaria Falcone, presidente della Fondazione Falcone, ha preso parte il giorno 15 febbraio 2017 alla manifestazione che si è tenuta presso l'Auditorium dell'ITIS "Ettore Majorana", in Via Tre Monti a Milazzo (Messina) dal titolo:"Giovanni Falcone un eroe senza paura". La testimonianza della Prof.ssa Maria Falcone è stata occasione per i più giovani che non erano ancora nati quando il magistrato era operativo a Palermo e istruiva quello che sarebbe passato alla storia come Maxiprocesso, di avvicinarsi alla figura di Giovanni Falcone e al suo operato, ma anche di percepire che i giovani possono fare "la loro parte" per realizzare un mondo più giusto.

  

 

    Scarica programma icona_pdf.jpg

  

 

L'esperienza del pool antimafia di Palermo a 30 anni dal Maxiprocesso

Milano - Si è tenuta mercoledi 8 febbraio 2017 presso il Liceo Classico Giovanni Berchet, Via Della Commenda 26, la conferenza dal titolo “ L’esperienza del pool antimafia di Palermo a 30 anni dal Maxi processo”. La conferenza è stata tenuta dal magistrato  Leonardo Guarnotta, Segretario generale della Fondazione Falcone, che ha istruito il Maxiprocesso di Palermo insieme, tra gli altri, a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

 

 

Cerimonia di Premiazione per le borse di studio intitolate a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

2.02.2017 Cerimonia premiazione borse di studio Giovanni Falcone Paolo Borsellino 2017.jpg

Sono state consegnate giovedì 2 febbraio 2017 con una cerimonia all'Ars dieci borse di studio intitolate ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, promosse dalla Fondazione Falcone e finanziate dall'Assemblea regionale siciliana. Alla cerimonia al Palazzo Reale sono presenti Giovanni Ardizzone, presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Maria Falcone, presidente della Fondazione Falcone, e i membri della Commissione di valutazione: Leonardo Guarnotta, segretario della Fondazione; Giuseppe Ayala, componente del Consiglio di Fondazione; Vincenzo Militello, professore ordinario di Diritto penale; Giuseppe Di Chiara, professore ordinario di Diritto processuale penale; Valentino Dardanoni, professore ordinario di Scienze economiche, aziendali e statistiche.

I dieci giovani vincitori delle borse di studio per l’anno 2016/2017 sono:

Cimò Mariagrazia

Titolo progetto: “Presidi di prevenzione e contrasto dell'economia criminale: il ruolo della Banca d'Italia”

 

Omodei Riccardo Ercole

Titolo progetto: “Le nuove frontiere della criminalità organizzata: il trafficking of human beings e la tratta dei minori “

 

Palmisano Marta

Titolo progetto: “Ecomafie: le infiltrazioni mafiose nella Pubblica Amministrazione e la responsabilità "penale" degli Enti pubblici. Il caso siciliano”

 

Seminerio Ilenia

Titolo progetto: “Criminalità organizzata e sanità: modalità di infiltrazione e ricadute sul welfare. Analisi delle strategie di contrasto e prevenzione: il contesto normativo e l'"autodifesa" civica”

 

Amoroso Enrica

Titolo progetto: “Coinvolgimento del minore nella criminalità organizzata di stampo mafioso: condizionamenti socio-ambientali e profili giuridici”

 

Balsano Alessandra Maria

Titolo progetto: "La mafia nigeriana": Il patto con Cosa Nostra"

 

Mattarella Piersanti

Titolo progetto: “Il caso Contrada e la CEDU: il concorso esterno in associazione mafiosa al vaglio del principio di prevedibilità”

 

Salerno Fabio

Titolo progetto: “La costituzione di parte civile delle associazioni e degli enti nei processi contro la criminalità organizzata. Ratio processuale, funzione sociale. Potenzili rischi e distorsioni”

 

Bertolini Gianluca

Titolo progetto: “La criminalità organizzata nell'area digitale: le nuove frontiere del deep web e dei bitcoin”

 

Marasà Federica

Titolo progetto: “L'imprenditore estorto ed acquiescente: profili problematici di una figura in limite tra collusione e coartazione”

Caserta-Palermo, viaggio di andata e ritorno, sul sentiero della legalità

Lunedi’ 19 dicembre 2016 si è svolta a Caserta la manifestazione conclusiva del progetto “Caserta-Palermo, viaggio di andata e ritorno, sul sentiero della legalita’”. Il percorso è stato realizzato dal Liceo statale Alessandro Manzoni di Caserta in collaborazione con la Fondazione Falcone e con il supporto del Miur.

La giornata ha costituito un'occasione per gli studenti per condividere ed esporre i lavori realizzati con i loro docenti durante il percorso di riflessione sulla legalità, un viaggio che dalle “storie di Palermo” li ha portati a conoscere piu’ da vicino le storie e le realtà che operano contro le camorre nel casertano. Una giornata per dichiarare da che parte stare, un impegno che, in seguito a questo viaggio di consapevolezza, vuole essere bussola per la vita e nelle scelte di tutti i giorni.

Hanno preso parte alla manifestazione la professoressa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, il magistrato Raffaello Magi, il giornalista inviato di Striscia Luca Abete e altre autorita’ locali del mondo civile, militare e della scuola.

"Costruttori di legalità" - Manifestazione conclusiva del Progetto a Roma

 Manifestazione Roma 15.12.2016.jpgRoma - si è tenuta giovedì 15 dicembre 2016, alle ore 10,00 presso l'Hotel Capannelle la manifestazione conclusiva del Progetto “Costruttori di legalità”, promosso dall’Istituto Professionale per i Servizi, l’Enogastronomia e l’Ospitalita’ Alberghiera “Amerigo Vespucci” di Roma in collaborazione con la Fondazione Falcone e realizzata con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Progetto ha coinvolto oltre 1.000 studenti delle scuole in rete con lo scopo di conoscere più da vicino i meccanismi di affermazione delle mafie, ma soprattutto quali sono i mezzi per contrastarla attraverso azioni di legalità quotidiane. Gli studenti hanno avuto occasione di avvicinarsi alla figura di Giovanni Falcone attraverso una visita al bene confiscato, sede della Fondazione Falcone a Roma, e di approfondire i valori di legalità e giustizia che hanno guidato la vita del magistrato sia attraverso incontri di discussione con la Fondazione Falcone sia lavorando in classe con i loro docenti.

La giornata ha costituito un’importante occasione per gli studenti che hanno condiviso pubblicamente i lavori creativi realizzati in classe. Sono intervenuti tra gli altri Il Dott. Paolo Sciascia, Dirigente MIUR, il Presidente dell'Osservatorio della Legalità, Regione Lazio, Gianpiero Cioffredi, e la Prof.ssa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone. 

Rassegna Agenzia Dire

La città di Blagoevgrad - Bulgaria - ricorda Giovanni Falcone per dire no alla mafia


01 light.jpgBlagoevgrad, Bulgaria, 25-26 ottobre 2016.  Il Segreteraio della Fondazione Falcone, Dr. Leonardo Guarnotta, e la dott.ssa Loredana Introini, hanno incontrato gli studenti della Facoltà di legge della Università di South-West University "Neofit Rilski" di Blagoevgrad per ricordare l'impegno di Giovanni Falcone nella lotta alla criminalità organizzata. Una lotta che non deve limitarsi agli strumenti della magistratura, ma che deve consolidarsi come un generale dissenso verso la mafia da parte di tutta la società civile. 

Alla commemorazione con la deposizione dei fiori alla targa di Giovanni Falcone presso il Tribunale di  Blagoevgrad, è seguito il conferimento del Premio Falcone a poliziotti e magistrati che si sono distinti nella lotta alla mafia, alla presenza dell’Ambasciatore Italiano H.E. Stefano Baldi e del Dr Atanas Kambito,  sindaco di Blagoevgrad, Mr Erik Leijonmark,  Segretario Generale di ECAD (Città europee contro la Droga).

 

03 light.jpgE' seguito l'incontro con Yasen Todorov, giudice della Commissione Etica della corte Suprema in Bulgaria e con Petya Tyankova, vice Ministro della Giustizia. 










"Mafia: problema nazionale" - Convegno 15 novembre 2016

CONVEGNO 15 NOVEMBRE.jpg

 

Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, è stata a Trapani il 15 novembre 2016 per prendere parte al Convegno tenutosi all'Università degli Studi di Trapani dal titolo: "Mafia: problema nazionale".  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maria Falcone al Convegno: "La tutela dei cittadini-consumatori: rapporti bancari e finanziari, legalità e sfera pubblica"

Palermo, 26 ottobre 2016 - Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone ha preso parte al Convegno "La tutela dei cittadini-consumatori: rapporti bancari e finanziari, legalità e sfera pubblica" tenutosi presso l'Università degli Studi di Palermo.

 

icona_pdf.jpg Scarica programma

Maria Falcone ad Augusta per prender parte al Convegno "La libertà del perdono"

Augusta, 7 ottobre 2016 - Maria Falcone ha preso parte al Convegno "La libertà del perdono" che si è tenuto presso la Casa di reclusione di Augusta (SR). "Il perdono è lo strumento più faticoso in assoluto, ma è l’unico che libera chi lo concede da una  gabbia di dolore, offrendo a chi lo riceve la chiave del cambiamento per uscire dalla sua".

icona_pdf.jpg Scarica programma 1

icona_pdf.jpgScarica programma 2

Museo della Fiducia e del Dialogo per il Mediterraneo

LAmorino-di-Caravaggio-in-prestito-dagli-Uffizi-480x335.jpgMaria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, è stata a Lampedusa venerdì 3 giugno 2016 per l’inaugurazione del  Museo della Fiducia e del Dialogo per i Paesi del Mediterraneo.

Il Museo nasce dal progetto di First Social Life con il Comune di Lampedusa e Linosa ed il Comitato 3 ottobre. Esso ha lo scopo di ricordare la tragedia del naufragio del 3 ottobre 2013 e di tutte le vittime migranti per rifondare l’idea della necessaria collaborazione con tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo affinché si possa costruire un futuro basato sui diritti dell’uomo. La Fondazione Falcone ha aderito e sostiene il Progetto in qualità di social partner. Collaborano al Progetto le Gallerie degli Uffizi, il Mucem di Marsiglia, il Museo Correr di Venezia, il Museo del Bardo di Tunisi, il Getty Museum di Malibù.

Per saperne di più: CLICCA QUI 

Maria Falcone a Copertino (LE)

Locandina Copertino.jpgMartedì 7 giugno 2016 la Prof.ssa Maria Falcone è stata presso l'Istituto Comprensivo statale "Magistrato Giovanni Falcone" di Copertino (Lecce) per la cerimonia di inaugurazione del busto in bronzo dedicato a Giovanni Falcone, realizzato dal maestro Placido Calì. Nell'occasione ha incontrato gli  studenti dell'Istituto per portare loro la testimonianza di suo fratello, Giovanni Falcone, non solo come magistrato, ma come esempio di cittadino che ha saputo lottare ogni giorno contro la mafia in tutte le sue manifestazioni. 

  

 

 

 

 

 

 

Maria Falcone presso la sede ONU di Vienna per Cerimonia donazione ritratto in bassorilievo a Giovanni Falcone

UN Vienna.jpgMaria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, ha partecipato venerdì 6 maggio 2016 al Convegno:

"The Palermo Convention against transnational organized crime. The legacy of Giovanni Falcone"

("La Convenzione di Palermo contro la criminalità organizzata. La testimonianza di Giovanni Falcone")

tenutasi presso la sede dell'Organizzazione delle Nazioni Unite a Vienna ed in occasione del quale si si è svolta la cerimonia di donazione di un ritratto in bassorilievo dedicato a Giovanni Falcone, in segno di gratitudine per la vita e l'impegno del giudice nella lotta contro la mafia.

Scarica programma icona_pdf.jpg

 

 

Maria Falcone a Bassano del Grappa

Bassano del Grappa.jpgMercoledì 20 aprile 2016, Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, è stata a Bassano del Grappa (Vicenza) per incontrare gli studenti delle scuole nell'ambito del Progetto "Neghiamole il Consenso", promosso dal Comune di Bassano del Grappa.

 

                                Locandina.jpg Scarica programma 

 

 

 

 

"Una città per la Costituzione"

 

Martedì 12 aprile 2016, Maria Falcone ha partecipato alla manifestazione tenutasi nel Comune di Riposto (Catania) nell'ambito del Progetto "Una citta per la Costituzione". In seguito alla rappresentazione dello spettacolo "23 maggio 1992", a cura del Centro di Studi Artistici di Acireale, la Prof. Falcone ha dialogato con gli studenti portando loro la testimonianza di suo fratello, il giudice Giovanni Falcone.

Scarica locandina icona_pdf.jpg

"Per non dimenticare" - Maria Falcone incontra i giovani della Scuola Superiore di Catania

Lunedì 11 aprile 2016, Maria Falcone ha incontrato gli studenti della Scuola Superiore di Catania per portare la testimonianza di suo fratello, Giovanni Falcone. Ricordare il giudice Falcone è anche un invito rivolto a tutta la società civile, e ai giovani in particolare, ad un impegno quotidiano che non accetti mai alcuna forma di compromesso con la mentalità mafiosa. 

Scarica locandina icona_pdf.jpg

Dieci storie proprio così

invito-21marzo-dieci_20160308215826.jpg

Per ulteriori informazioni clicca qui

 

 

 

Diamo forza, partecipiamo uniti e con impegno per lottare contro le mafie

Peschiera del Garda.jpgMercoledì 16 marzo la Professoressa Maria Falcone è stata a Peschiera del Garda (Verona) presso la Scuola Allievi di Polizia per prendere parte alla conferenza: "Diamo forza, partecipano uniti e con impegno per lottare contro le mafie"  e portare la testimonianza di suo fratello Giovanni. L'incontro, a cui hanno partecipato anche le classi dell'Istituto "Felice Chiarle", si tiene durante la "Settimana della legalità", organizzata dall'Istituto nell'ambito del Progetto "cittadinanza attiva e responsabile".  L'esempio di Giovanni è stata l'occasione per riflettere sul fondamentale contributo  nella lotta contro le mafie che ognuno di noi può portare come cittadino responsabile e attivo.

 

                                      Scarica Programma icona_pdf.jpg

L'impegno civile nel contrasto alle mafie

logo rosso bologna.jpgVenerdì 4 marzo 2016 Maria Falcone è stata all'Università di Bologna per partecipare al Convegno: "L'impegno civile nel contrasto alle mafie" organizzato dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna e dall’Università di Bologna – Alma Mater Studiorum, in collaborazione con l’associazione di studenti universitari "Cortocircuito".

Maria Falcone ha portato ai giovani la testimonianza di Giovanni Falcone non solo come magistrato che ha combattuto la mafia, ma come uomo e cittadino che si è costantemente  opposto ad ogni forma di compromesso con la cultura mafiosa.                                                  Scarica Programma icona_pdf.jpg

 

Maria Falcone a Susa per incontrare gli studenti

Iis Enzo Ferrari Susa.jpgGiovedì 25 febbraio 2016 Maria Falcone è stata a Susa (Torino) per incontrare gli studenti dell'Istituto di Istruzione Superiore  "Enzo Ferrari"  e portare a loro la testimonianza di suo fratello, il magistrato Giovanni Falcone, ma soprattutto dell'uomo e cittadino Giovanni e del suo impegno contro la mafia. 

   

                     

Venerdì 4 Dicembre 2015 Maria Falcone a Montesilvano

Venerdì 4 Dicembre 2015 Maria Falcone è stata a Montesilvano (Pescara) nell'ambito del convegno  “VOICES FOR LANDSCAPES – DIAMO VOCE AI NOSTRI PAESAGGI” organizzato dal Comune di Montesilvano in occasione della Premiazione Progetto Educals 2015, VI Edizione. Al centro dell'incontro con gli alunni delle scuole è stato il dialogo sull’educazione e sul merito e sull'importanza della cultura della legalità quale garanzia della sicurezza del territorio, inteso come patrimonio ambientale e naturalistico protetto, tutelato e da valorizzare.

Scarica programma pdf icona.jpg

"Il prezzo del sangue - la lotta alla mafia nell'ultimo trentennio del XX secolo"

m. falcone.jpgGiovedì 12 novembre 2015, Maria Falcone è stata a Firenze per partecipare al Convegno:

“Il prezzo del sangue - la lotta alla mafia nell'ultimo trentennio del XX secolo”.

L'incontro era rivolto soprattutto ai giovani studenti per condividere con loro la memoria e i valori per cui ha vissuto Giovanni Falcone. 

Scarica programma Programma

Londra rende omaggio a Giovanni Falcone

intestazione.jpg

 Maria Falcone riceve omaggio a Giovanni Falcone da parte della FBI di Washington.jpg

Nel quartier generale dell’FBI a Washington DC ci sono due monumenti. Uno è dedicato a Thomas Jefferson, padre fondatore della nazione americana, l’altro a Giovanni Falcone.

È solo uno dei tanti fatti che Maria Falcone, la sorella di Giovanni, ha raccontato lo scorso 8 ottobre al pubblico accorso all’Istituto Italiano di Cultura di Londra, strapieno per l’occasione, in una serata speciale dedicata alla memoria del giudice palermitano. Un evento ideato e organizzato dalla giornalista Emilia Ippolito, corrispondente da Londra del Gruppo Espresso.

Con l’eleganza e la simpatia di una vera signora siciliana, Maria Falcone ha aperto il suo libro dei ricordi, parlando a braccio. C’è il Falcone giovane magistrato, al quale un collega appena arrivato da Trapani chiede “Ma tu ci credi davvero che esiste la mafia?”. Sembra impensabile oggi ma erano i primi anni ’80, la parola mafia era bandita dal vocabolario, e a molti faceva comodo negarne l’esistenza. E c’è il Falcone degli ultimi anni, nel momento clou della guerra tra Stato e Mafia. “Bisogna fare presto” le disse una volta ”perché è in gioco la democrazia nel nostro paese”.

Nelle parole di Maria Falcone si susseguono episodi, aneddoti, considerazioni. Ma soprattutto traspare un concetto di fondo, quello che ha sempre ispirato il lavoro di Giovanni Falcone: il rispetto delle istituzioni e della legalità. Un messaggio che Maria Falcone porta da anni in giro per l’Italia, in particolare nelle scuole, con la Fondazione Falcone.

Sullo schermo dell’Istituto scorrono immagini di repertorio e fa un certo effetto rivedere la sequenza impressionante delle stragi palermitane di quegli anni, fino al culmine del 1992, con quelle di Capaci e di Via d’Amelio. “Ciascuno di noi ricorda bene dove si trovava quando arrivò la notizia dell’attentato a Falcone” dice l’Ambasciatore Terracciano, e sono in tanti ad annuire con la testa.

A dare un senso storico e una prospettiva internazionale alla figura di Giovanni Falcone ci pensa John Dickie, professore di Italian Studies all’University College of London, giornalista e autore esperto di mafia. “Falcone ha fatto la storia in due modi fondamentali, molto concreti” spiega Dickie, parlando in un ottimo italiano. “Il primo è stato il maxi-processo, nel quale è riuscito a dimostrare, per la prima volta, l’esistenza della mafia siciliana, un fatto che prima di allora era controverso. Il secondo è quando, lasciato Palermo per lo smantellamento del pool antimafia, ne ha diffuso il metodo in tutta Italia, disegnando la struttura della DIA”.

“È un personaggio che noi inglesi dovremmo conoscere molto meglio” ammette Dickie, che rivela di tenere nel suo studio, accanto alla foto dei suo figli, la prima pagina di Repubblica sull’assassinio di Falcone.

Colpisce vedere tra il pubblico tanti ragazzi e persone di tutte le età, sia italiani che inglesi, uniti nel portare il loro tributo a Falcone, curiosi di conoscerlo meglio. L’ammirazione per la sua figura trascende età e nazionalità. E ci piace pensare che a Washington DC tutti i nuovi agenti federali statunitensi, passando davanti alla sua statua si chiedano cosa abbia mai fatto un magistrato italiano per avere questo onore.

Londra, 25/10/2015

Francesco Ragni

foto: Maria Falcone riceve l’omaggio a Giovanni Falcone da parte dell’FBI (fonte: wikipedia)

Scarica articolo in PDF  icona_pdf.jpg

Vai all'articolo originale:  Londra rende omaggio a Giovanni Falcone

 

"La cultura della legalità" un omaggio a Giovanni Falcone


Casino Sanremo.jpgAll’interno della manifestazione “Martedì Letterari”,  promossa dal Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo, martedì 28 ottobre, la prof.ssa Maria Falcone ha preso parte all’incontro “La cultura della legalità” un omaggio a Giovanni Falcone. In quella occasione ha presentato il suo libro “Giovanni Falcone un eroe solo. Il tuo lavoro, il nostro presente. I tuoi sogni, il nostro futuro”. Hanno introdotto l’intervento i magistrati  Grazia Pradella e Roberto Cavallone.

 

 Scarica programma icona_pdf.jpg

 

 

Legalità: protagonisti di democrazia. La lezione di Giovanni Falcone


locandina monterotondo.jpgGiovedì 22 ottobre 2015, Maria Falcone è stata a Monterotondo per partecipare al Convegno: “Legalità: protagonisti di democrazia. La lezione di Giovanni Falcone”, un incontro dedicato soprattutto ai giovani e alla condivisione con loro della memoria e dei valori per cui ha vissuto Giovanni Falcone.








Giovanni Falcone "Una vita contro la mafia"

istituto-cultura.jpg

Giovedì 8 ottobre 2015, l’Istituto Italiano di Cultura a Londra ha dedicato una serata speciale alla memoria di Giovanni Falcone. Maria Falcone ha partecipato per ricordare il fratello, la moglie Francesca e gli agenti della scorta, vittime della strage di Capaci. Con lei era presente John Dickie, professore di Italian Studies all’University College of London, giornalista e autore esperto di mafia.

 

Per saperne di più: Istituto Italiano di Cultura - Londra

 

 

"Tutti a Scuola" - Inaugurazione dell'Anno Scolastico 2015-2016


13.jpgLa Fondazione ha partecipato come ogni anno all’inaugurazione dell’Anno Scolastico 2015-2016. Lunedì 28 settembre 2015 alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è svolta la cerimonia presso l’Istituto Sannino -Petriccione di Napoli.

 

 

 

 

 

 

Maria Falcone a Bari

comune Bari.jpg22 settembre 2015: Maria Falcone ha ricevuto dal Sindaco le chiavi della città di Bari e a seguire ha incontrato gli studenti e i genitori della Scuola elementare Giovanni Falcone di Catino.

Il 23 settembre Maria Falcone ha incontrato gli studenti del Liceo Scientifico G. Salvemini di Bari per presentare insieme all'Associazione Nazionale Magistrati di Bari (ANM) il progetto "L'edificio della memoria" indirizzato alla scuole secondarie della Regione Puglia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Maria Falcone a Monaco per il Convegno: "Modelli empirici di educazione alla legalità"

Istituto di Cultura di Monaco.jpgIl Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone, è intevenuta il 30 giugno 2015, alle 19,00 a Monaco presso l'Istituto Italiano di Cultura al Convegno "Modelli empirici di educazione alla legalità". 


                            Scarica locandina   Scarica locandina.jpg



"Dal contrasto alle mafie alla gestione dei beni sequestrati e confiscati"

Imago Scuola Polizia Tributaria.jpgIl Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone, interverrà oggi, 28 maggio 2015, a Ostia presso la Scuola di Polizia Tributaria al Convegno nazionale dal titolo: "Dal contrasto alle mafie alla gestione  dei beni sequestrati e confiscati".

 

 

 

 

Progetto per le scuole "A scuola d'impresa e legalità"

LOGO.jpgMercolediì 29 aprile 2015 ad Agrigento, nella sede locale di Confindustria Centro Sicilia in via Artemide 3, si è tenuto il primo incontro del Progetto “A scuola d'impresa e legalità". Organizzato da Confindustria Centro Sicilia, con il patrocinio della Fondazione Falcone, il Progetto ha come obiettivo l'avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro e dell'impresa nel rispetto delle regole.

Il progetto ha coinvolto gruppi di studenti di scuole superiori siciliane attraverso la realizzazione di 5 incontri territoriali presso le locali sedi confindustriali.

I successivi incontri si sono tenuti: il 4 maggio a Catania; il 12 maggio a Caltanissetta; il 26 maggio a Palermo e il 27 maggio a Enna.

La migliore idea imprenditoriale, all'esito degli incontri territoriali, verrà premiata in occasione di un evento finale a Palermo.

 

Progetto "A scuola d'impresa e legalità"

LOGO.jpgDomani, mercolediì 29 aprile, a partire dalle 9,30, ad Agrigento, nella sede locale di Confindustria Centro Sicilia in via Artemide 3, si terrà il primo incontro del Progetto “A scuola d'impresa e legalità". Organizzato da Confindustria Centro Sicilia, con il patrocinio della Fondazione Falcone, il Progetto ha come obiettivo l'avvicinamento dei giovani al mondo del lavoro e dell'impresa nel rispetto delle regole.

 

Incontro a Strasburgo 10-11 aprile 2015

Strasburgo.jpg

Venerdì 10 aprile alle 18,30, presso l'Istituto Italiano di Cultura di Strasburgo, Maria Falcone ha partecipato ad un incontro dal titolo "Giovanni Falcone: il ritratto di un uomo" per raccontare ai giovani chi era Giovanni e come far vivere le sue idee oggi.

 

Sabato 11 aprile ore 10,30 Maria Falcone ha incontrato gli studenti del Liceo Internazionale Pontonniers per raccontare l'esperienza e la vita di Giovanni.

 

 

                                  Scarica Locandina pdf.jpg

 

   

 

 

Venerdi 20 marzo: Maria Falcone incontra i ragazzi al Comune di Borghetto Santo Spirito


logo prog.jpgVenerdì 20 marzo la Prof.ssa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, ha incontrato i ragazzi delle scuole del Comune di Borghetto Santo Spirito (provincia di Savona) aprendo il ciclo di conferenze  che si terranno nell'ambito del Progetto "Parliamo di legalità" 2015. Raccontare la vita e l'esperienza del giudice Giovanni Falcone sarà occasione per rendere i giovani testimoni attivi e consapevoli della lotta alla mafia.  


Scarica locandina pdf.jpg


NB. Per poter accogliere tutte le scuole che hanno aderito all'incontro la sede dell'evento è spostata al Palazzettto dello Sport di Borghetto Santo Spirito con sede in Via Trilussa. L'ingresso è in Via Tevere.

6 marzo 2015 - Cittadinanza Onoraria di Giugliano a Maria Falcone


foto chiesa.jpg

Venerdì 6 marzo la Prof.ssa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, è stata al Comune di Giugliano in Campania dove ha presenziato alla cerimonia di conferimento della Cittadinanza Onoraria. Seguirà la conferenza da lei tenuta presso l'Istituto dei Fratelli Maristi dal titolo: "Educazione alla legalità e alla convivenza civile", organizzata dall'Associazione "Rinascere insieme".  

   Locandina  icona_pdf.jpg

  Brochure  icona_pdf.jpg

 

Maria Falcone alla Cerimonia di intitolazione di una nuova Scuola a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

 

 foto locandina gf e pb.jpg

 

La Prof.ssa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, ha partecipato sabato 21 febbraio all'intitolazione della Scuola Primaria di Monte San Giusto, nella provincia di Macerata, a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Una nuova scuola si aggiunge a quelle che, sempre più numerose, scelgono di portare il nome dei due magistrati che hanno sacrificato la loro vita in nome della Giustizia perché siano di esempio ai giovani.

 

 

Maria Falcone in visita alla sede dell'FBI a Washington

Falcone FBI.jpg

Washington - Il 13 novembre 2014 nella sede dell'FBI, Maria Falcone ha partecipato alla cerimonia commemorativa in onore di Giovanni Falcone e alla intitolazione di una galleria della sede alla memoria del giudice.

Insieme a lei hanno partecipato gli studenti vincitori del concorso nazionale che la Fondazione Falcone realizza ogni anno in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

7a Conferenza degli Stati Parte della Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale

 

 index.jpgIn occasione della  7° Conferenza degli Stati Parte della “Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale” che si è tenuta presso la sede ONU di Vienna dal 6 al 10 Ottobre 2014,  si è svolto un Side Event dedicato a Giovanni Falcone, figura che ampiamente inspirò la “Convenzione di Palermo” del 2000. 

 L’evento si è svolto nella sede del Vienna International Center. Hanno preso parte all’incontro: Maria Falcone, Presidente della nostra Fondazione,  Andrea Orlando, Ministro della Giustizia del Governo Italiano, Yuri Fedotov, Executive Director of the United Nations Office on Drugs and Crime.

 

Scarica Rassegna pdf icona.jpg

 

 

10 luglio 2014, intervento di Maria Falcone a Caserta

 

Il 10 luglio 2014, alle ore 17,30 la Prof. Maria Falcone è stata a Caserta ospite dall'associazione Identita' Nazionale per per portare la testimonianza di Giovanni Falcone nell'ambito del terzo incontro sulla legalità presso il Chiostro di Sant'Agostino.


 

Giovanni Falcone, una vita per la legalità

foto prof.jpg

Venerdì 27 giugno 2014 Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, è stata a Francoforte per un incontro con gli studenti della Scuola Europea di Francoforte, dal titolo:

"Giovanni Falcone, una vita per la legalità".                                            

     

 

 

La Convenzione di Palermo e la lotta al crimine organizzato

Immagine1.jpg

Si è svolto il 10 giugno presso la Sala Conferenze del Consiglio Superiore della Magistratura, il seminario

 

“La Convenzione di Palermo e la lotta al crimine organizzato nell’attuale panorama internazionale. Il ruolo dell’Italia: riflessioni e aspettative”.

 

Nel comunicato stampa una sintesi degli interventi.

Comunicato stampa - dichiarazioni
 

                 icona_pdf.jpgImmagine2.jpg

 

 

                                                                                   

                                

 

 

 

 

Convegno "La Scuola e il Teatro per la Legalità" - Teatro Civico di Vercelli

 

La Professoressa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, ha preso parte al Convegno “La Scuola e il Teatro per la Legalità” tenutosi mercoledi 30 aprile presso il Teatro Civico di Vercelli, portando la testimonianza del fratello Giovanni Falcone, del suo impegno come magistrato e uomo di Stato.

Questo Paese diventerà bellissimo

ciclo seminari sul fenomeno mafioso.jpgLa Prof. Maria Falcone è intervenuta il 16 aprile 2014 alle ore 10.30 nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università del Salento di Lecce al seminario:

“Mafie invisibili suo territorio salentino. Come (ri)conoscerle e combatterle”.

 Sono intervenuti inoltre: il Procuratore Capo della Repubblica di Lecce, dott. Cataldo Motta ed il Procuratore Aggiunto, dott. Antonio De Donno.

Ha introdotto il prof. Rossano Adorno e  la protettrice dell'Università del Salento, Olga Lombardi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Visita al Parlamento Europeo a Bruxelles

Bruxelles.jpgSi è svolto a Bruxelles il viaggio culturale degli studenti che hanno vinto il concorso del 23 maggio 2013 "GEOGRAFIA E LEGALITA' - Sconfiggere le mafie nella mia regione". La scuola vincitrice, l'Istituto Magistrale S. Rosa da Viterbo, è stata accompagnata da una delegazione della Fondazione Falcone.

 

 

 

 

 

 

Ambasciata del Canada in visita presso la Fondazione Falcone

 

bandiera Canada.jpgIl 25 marzo 2014 Maria Falcone ha ricevuto in visita ufficiale presso la Fondazione Falcone l'Ambasciata del Canada. Presenti il Consigliere Affari Politici ed Economici Marc-Antoine Dumas e il Funzionario politico-economico Barbara Michelangeli. E' stata una visita conoscitiva nella quale si sono gettate le basi per una futura collaborazione.

Una delegazione di studenti di Verona in visita a Palermo presso la Fondazione Falcone

 

E' stato un viaggio di istruzione a portare martedì 25 marzo gli alunni dell'Istituto Tecnico Economico Statale "Aldo Pasoli" di Verona presso la nostra Fondazione. Obiettivo: rafforzare il progetto di educazione alla legalita' e alla cittadinanza che vede protagonisti gli studenti dell'istituto.

Ad accompagnarli, oltre ai docenti,  il giornalista de "L'Arena "di Verona, Maurizio Battista.

A Skopje siglato un protocollo d'intesa tra l'Italia e la Macedonia

 

Dopo il saluto del Presidente della Macedonia Gjorgje Ivanov che ha aperto ufficialmente la visita istituzionale rivolgendo parole di apprezzamento per l’opera svolta dalla Fondazione Falcone in Italia ed ha auspicato la collaborazione per le iniziative da svolgersi sul territorio macedone in tema di lotta al crimine organizzato, il ministro dell’Interno dell’ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom), Gordana Jankuloska e il Presidente della Fondazione Falcone, Maria Falcone, alla presenza del Presidente del Tribunale di Palermo, Leonardo Guarnotta, hanno firmato a Skopje un accordo di cooperazione tra l’Italia e la Macedonia nel settore della ricerca scientifica, della formazione del personale, nonché nello scambio di esperienza e cooperazione.

Maria Falcone, ospite d’onore in occasione del convegno “ORGANIZED CRIME AND MAFIA” organizzato dall’Università St. Kliment Ohridski – Bitola, Faculty Of Security di Skopje, ha dichiarato: “Sono contenta di essere qui per portare avanti il pensiero di Giovanni Falcone che fermamente credeva nella internazionalità della lotta al crimine organizzato e nella collaborazione internazionale tra  forze di polizia e forze giudiziarie. Giovanni Falcone creò una rete di cooperazione prima a livello personale nelle indagini con gli Stati Uniti e poi promosse la creazione di un network istituzionale per proseguire con un approccio che abbracciasse una logica transnazionale.  La nostra Fondazione, da molti anni, come entità NGO (Non-governmental organization of United Nation) porta avanti anche il ruolo dell'educazione alla legalità, svolta in collaborazione con le forze dell'ordine e giudiziarie. Il nostro obiettivo è quello di potenziare una consapevolezza in seno alla società civile per la lotta al crimine organizzato che vada a supportare il ruolo svolto dai governi.”

Il  ministro dell’Interno, Gordana Jankuloska nel suo intervento, sottolineando l’importanza dell’accordo siglato ha dichiarato: “Stiamo lanciando la cooperazione in un settore serio che rappresenta una delle più grandi minacce terroristiche del mondo. Sotto l'aspetto delle leggi che regolano le collaborazioni nel tema della lotta al crimine organizzato la Macedonia ha già ratificato un cospicuo numero di  accordi internazionali con l'Italia e la collaborazione internazionale sta dando i propri frutti in particolar modo nel traffico di stupefacenti. La firma di questo protocollo tra la Fondazione Falcone ed Ministero dell'interno della Repubblica della Macedonia vuole migliorare le conoscenze in tema di educazione per la prevenzione culturale al crimine organizzato”.

 

Leonardo Guarnotta, Presidente del Tribunale di Palermo, nonché Segretario Generale della Fondazione Falcone, è intervenuto portando il saluto della magistratura palermitana e ricordando il senso del dovere e dello Stato nonché l’impegno che ha contraddistinto il lavoro di Giovanni Falcone. Nel suo intervento ha sottolineato come la storia giudiziaria di Palermo abbia avuto un suo peso specifico nella lotta al crimine organizzato internazionale.

Skopje, 16 marzo 2014

 

 

foto4.JPG

In ordine, il Preside della Facoltà dell’Università di Skopje Oliver Bacanovic, l’ambasciatore italiano in Macedonia Massimo Ernesti Beleli, Maria Falcone e Leonardo Guarnotta.

 

 

foto 2.JPG

il Ministro degli Interni della Macedonia, Gordana Jankuloska e Maria Falcone firmano il protocollo

 

 

foto 5.JPG

 

Scarica Rassegna Stampa icona_pdf.jpg

 

Organized Crime and Mafia

 

 senza riga logo.jpg

 

Dal 13 al 16 marzo  2014 Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, in qualità di

ospite d’onore ha preso parte al primo convegno “Organized Crime and Mafia” organizzato dall’ University

of St. Kliment Ohridski – Bitola, Faculty Of Security – Skopje, Republic of Macedonia.

 

Bitola_-_tehnichki_fakultet.jpg

I giovani crescono con le Istituzioni

locandina solo foto.jpg

Lunedì 17 febbraio 2014, ore 9.00

Presso l’Auditorium del Centro Educativo Ignaziano (CEI), Via Piersanti Mattarella 38/42 a Palermo

La Professoressa Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone, parteciperà alla presentazione del libro “I Giovani crescono con le Istituzioni. Un progetto per diventare cittadini più consapevoli” . il convegno è stato organizzato con la collaborazione della Fondazione Falcone e l’Agenzia di Stampa Italpress.

 Introducono: P. Francesco Beneduce, Rettore del Centro Educativo Ignaziano –  Angelo Cuva,  Docente di Diritto tributario, Università di Palermo

Modera:  Davide Camarrone, Giornalista Rai 3 Sicilia

Intervengono: Ignazio De Francisci, Avvocato Generale presso la Procura della Repubblica di Palermo; Maria Falcone, Presidente della Fondazione Falcone”; Vito Lo Monaco Presidente del “Centro studi Pio La Torre”; Alessandro Marangoni, Vicecapo Vicario della Polizia di Stato; Giancarlo Trevisone, Commissario Nazionale per le iniziative di solidarietà per le Vittime dei reati di tipo mafioso; Francesca Vannini, Responsabile di “Addio pizzo scuola”.

 

Foggia che non si arrende nel ricordo di Falcone

Foto foggia.jpg

 "In una citta' purtroppo caratterizzata dalla presenza di una malavita organizzata inquietante e radicata, da fenomeni allarmanti come usura ed estorsione che scoraggiano e allontanano iniziative e investimenti, ricordare la figura di un Eroe e un Simbolo come Giovanni Falcone, alla presenza della  sorella Maria, davanti a una folta platea di studenti universitari, che rappresentano la speranza e il futuro della nostra comunita', e' un'iniziativa altamente meritoria". Il Consigliere regionale, Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, ricorda che "la conoscenza e' partecipazione. E ricordare il magistrato barbaramente ucciso dalla mafia insieme alla moglie e alla sua scorta, e insieme a lui tutte le vittime di tutte le mafie, le loro storie, il loro impegno, il loro coraggio, e' il miglior modo per educare alla legalita', per ribadire la centralita' di valori imprescindibili, ai quali non possiamo e dobbiamo rinunciare, e per dare un senso al sacrificio piu' alto immaginabile, quello della propria vita". "E proprio quell'aula magna stamane gremita - conclude De Leonardis - consegna la fotografia nitida della Foggia che non si arrende, della voglia di un futuro libero da violenza, sopraffazione, condizionamenti e pressioni insopportabili e inqualificabili".

5 dicembre 2013